Tu sei qui

Risultato incontro Parti Sociali dei Fondi e Ministero

Inviato da Amministratore il Lun, 08/02/2016 - 10:18

In riferimento allo stato di sospensione dei finanziamenti da Parte dei Fondi Paritetici Interprofessionali, segnaliamo che, Mercoledì 3 Febbraio, si è svolto un incontro tra le Parti Sociali - Confindustria, Artigiani, Confapi, Confcommercio, Cooperative, CGIL, CISL e UIL - e il Ministero del Lavoro, al fine di affrontare il tema della disciplina di riferimento che regola la concessione di contributi per la formazione da parte dei Fondi Paritetici Interprofessionali.

A tal riguardo, le organizzazioni datoriali e sindacali hanno osservato che:
'mentre per quanto riguarda le attività di affidamento dei servizi ai Fondi, in quanto attività di natura commerciale, può essere conseguente alla impostazione dell’Anac che si applichi il codice degli appalti pubblici, per quanto riguarda l’erogazione dei finanziamenti delle attività formative, sia attraverso il conto azienda o conto formazione, sia quando conseguente ad avvisi o bandi ai quali enti o aziende concorrono, non ci si trova davanti ad appalto di servizio, ma piuttosto alla copertura di costi senza profitto, come avviene per la formazione continua gestita dalle Regioni o altri enti dello Stato, che infatti non applicano il codice degli appalti pubblici'.

Quanto alla questione sollevata nei giorni scorsi da più fronti sulla competenza dell'ANAC (Autorità Nazionale Anti-Corruzione) a pronunciarsi in merito alla disciplina da applicare in materia, il Ministero del Lavoro, partendo dallo stesso Decreto 150/2015 chiamato in causa anche dai Sindacati per l'impugnazione delle argomentazioni giuridiche sostenute, ha riferito che suddetta Autorità abbia, legittimamente, specifiche competenze nel considerare i Fondi organismi di diritto pubblico e soggetti dunque alla disciplina dei contratti e degli appalti pubblici.

La nota emessa da CGIL, CISL e UIL conclude la propria esposizione evidenziando l'impegno del Ministero del Lavoro a fornire indicazioni precise al sistema dei Fondi, che saranno ispirate alla massima chiarezza, attraverso l’emanazione in tempi rapidi, attivando anche la necessaria collaborazione interistituzionale, di una circolare ministeriale dedicata e chiarificatrice in relazione alle questioni sollevate rispetto alla comunicazione ANAC.

Consulenza/Formazione: